Armi e passaporti falsi, boom di sequestri a Genova - Il Secolo XIX

Genova - Il giro di vite viene da lontano e parte, almeno, dalla strage del Bataclan, nel novembre del 2015. Da allora è cambiato un po’ tutto. E il porto di Genova con i suoi mille traffici, nell’analisi degli apparati di sicurezza, è diventato uno degli obiettivi più sensibili ed esposti in Italia. Per questo, da tempo, nella mente del Viminale la polizia di frontiera deve diventare sempre di più una prima trincea della lotta antiterrorismo. La svolta, dopo un periodo di incubazione, ha però assu...

Related Post